Newsletter n° 2 - Luglio - Agosto 2013

Sinergie e alleanze per dare vita all'Aci in Veneto

Assumere la guida di Legacoop Veneto in questa fase così straordinaria per l’economia e per il mondo delle imprese rappresenta un impegno dal significato davvero particolare: sulla capacità delle cooperative di affrontare le sfide del presente si misura infatti anche la loro capacità di costruire il proprio futuro.


Stare al loro fianco richiede da parte nostra intelligenza e abilità: solo così Legacoop Veneto riuscirà a essere un costante punto di riferimento per le sue Associate, durante il difficile percorso che esse dovranno intraprendere da qui ai prossimi mesi.


Le priorità da mettere in agenda sono note ormai da tempo e non possono più essere posticipate, prima fra tutte la necessità di costruire un nuovo rapporto non solo con il mondo del credito e della finanza, ma anche con la Pubblica Amministrazione: si rende, infatti, necessario porre fine in tempi rapidissimi alla vergogna nazionale dei mancati pagamenti, perché il rapporto tra le strutture dello Stato e il mondo delle imprese deve essere basato su regole certe e pratiche, degne di un qualsiasi Paese “normale”.


Se è vero che senza questi, ed altri, interventi sarà difficile far ripartire la nostra economia, è anche vero che abbiamo la responsabilità di aiutare le imprese a guardare avanti con fiducia e coraggio, immaginando e costruendo insieme strade diverse e più moderne.
E incentivando la creazione di nuove cooperative e dunque di nuovi posti di lavoro, a favore innanzitutto dei giovani e di quel rinnovamento di cui il Paese ha estremo bisogno.


E, ancora, occorre stimolare con più forza le aggregazioni, anche per accelerare i processi di sviluppo ed innovazione.
E qui è d’obbligo una precisazione: la prospettiva delle alleanze e delle sinergie è una necessità per lo stesso movimento cooperativo, che per continuare a essere protagonista della vita economica e sociale di questo Paese, e di questa regione, è chiamato a superare divisioni e personalismi interni.


Se la storia più che centenaria del movimento cooperativo ha conosciuto momenti di divergenza e difficoltà, ora più che mai dobbiamo avere la forza e il coraggio di lasciarci gli errori alle spalle.
È informati da questo principio che dovremo necessariamente dare vita anche in Veneto all’Alleanza delle Cooperative Italiane.


Oggi dobbiamo tornare ai valori fondamentali e ai principi essenziali su cui si fondarono le origini delle cooperative e dobbiamo muoverci uniti.
E l’ACI può rappresentare il volano più appropriato per riprendere questo cammino, con forza e rinnovato ottimismo.





Adriano Rizzi
presidente di Legacoop Veneto

Assemblea nazionale Aci

Si rafforza ulteriormente, di fronte ai rappresentanti delle istituzioni e del mondo politico, il percorso di crescita condiviso tra Legacoop, Agci e Confcooperative, riunite in coordinamento con l’obiettivo di dare più forza alle imprese cooperative a livello locale, nazionale e internazionale, attraverso una rappresentanza... leggi tutto

Cambio di presidenza: il rinnovamento di Legacoop Veneto

E' nato Agrinsieme Veneto

Nuovo protocollo con Lega Pesca

Al via nel rodigino il progetto “Sportello Lavoro” di Legacoop Veneto

Detassazione incremento produttività: siglato l’accordo quadro 2013

Formazione ai lavoratori e consulenza alle imprese: i finanziamenti

1973-2013: i quarant’anni della cooperativa dei consumatori di Marostica

Progetto “Un parco per tutti” della cooperativa Oasi di Porto Tolle

1983-2013: i trent’anni della cooperativa Verona 83

Eletto il nuovo CDA della Cooperativa la Primavera di Campagnola di Zevio (Vr).

Cinque donne alla guida della Cosema di Vittorio Veneto

Ottimo il bilancio 2012 per la cooperativa sociale Rochdale di Venezia

Liquidazione mele soci Cooperativa La Primavera: buona stagione 2012

18 Luglio 2013

Seminario Federazione Sanicoop

30 Luglio 2013

Seminario LR Agricoltura Sociale

27 Agosto 2013

Legacoop Veneto contro il femminicidio