8/6/2021

Servizi sociali/Adriano Rizzi: “Dentro alle regole, innovazione e qualità dalle cooperative”.

Adriano Rizzi, presidente di Legacoop Veneto. 

Si è in questi giorni fatto acceso il dibattito intorno alla scelta dell’Amministrazione comunale di Venezia di esternalizzare la gestione di un asilo nido, un ambito di servizi, rivolti alla fascia di età dai zero ai sei anni, che di frequente vede impegnate cooperative sociali nell’area veneziana come in tutto il Veneto.

 

«Senza entrare nel merito della singola vicenda, né tanto meno nei dettagli della genesi del dibattito – evidenzia il presidente di Legacoop Veneto Adriano Rizzi –, in qualità di associazione rappresentante la cooperazione sociale, che in misura significativa gestisce servizi educativi di questo tipo, ci preme sottolineare come i processi di affidamento esterno siano spesso portatori di innovazione. Innanzitutto perché la gestione privata, che rimane sempre sotto il controllo degli enti pubblici da cui riceve mandato ad operare attraverso appositi bandi, orienta la propria capacità imprenditoriale a migliorare le attività, sia in termini di efficienza che di efficacia. Molti casi nel nostro territorio lo raccontano bene e numerose famiglie ne offrono diretta testimonianza».

 

La cooperazione impegnata in questo specifico settore ha contribuito a migliorare la qualità delle strutture che offrono servizi per l’infanzia e i minori, garantendo la cura e l’educazione dei bambini con una visione e un approccio psicopedagogico che di frequente accompagnano e integrano gli aspetti meramente gestionali.

 

«Si tratta di servizi e strutture per i quali la realtà affidataria privata è sempre chiamata a rispettare indicazioni regionali e nazionali – aggiunge Rizzi – e, laddove possibile, ad apportare migliorie in termini di gestione e organizzazione dei servizi. L’obiettivo è quello di offrire una risposta educativa innovativa, in grado di seguire i cambiamenti dei nostri tempi e, con essi, il mutare dei bisogni dei genitori e delle famiglie».

 

Il settore dei servizi sociali nella sua globalità non avrebbe oggi raggiunto nella nostra regione un livello di qualità elevato senza la presenza della cooperazione sociale, e senza la sua capacità di essere laboratorio di innovazione del welfare. Una presenza diffusa che conta 800 imprese attive su tutto il territorio, dove trovano occupazione circa 40mila persone.

 

 

In allegato il comunicato stampa. 

download

Cerca nel sito

Agenda

Agosto

LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Settembre

LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930    

Ottobre

LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Novembre

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      

Dicembre

LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Gennaio

LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
       

Febbraio

LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
       

Marzo

LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Aprile

LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Maggio

LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Giugno

LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930    

Luglio

LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Agosto

LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Settembre

LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Iscriviti alla Newsletter

Multimedia

#lacooperazionenonsiferma | Legacoop Veneto: Nicola Dotto, cooperativa sociale Stefani Sport

Archivio multimedia











1 2 3 4